Escursioni

a contatto con la natura per meglio viverla, apprezzarla e difenderla...alla continua riscoperta del vero senso dell'ambientalismo!

Si possono percorrere migliaia di km in una sola vita senza mai scalfire la superficie dei luoghi, né imparare nulla dalle genti appena sfiorate. Per noi di Legambiente “Valle dell’Irno” il senso del viaggio sta nel fermarsi ad ascoltare chiunque abbia una storia da raccontare; ed è quello che noi facciamo con il trekking, ascoltare il rumore dell’acqua, degli uccelli, della gente e dei luoghi.

Legambiente “Valle dell’Irno” progetta, tra le varie attività, un programma di escursioni di varia difficoltà, aperte a tutte le persone motivate e rispettose dell’ambiente che si attraversa.

Sono generalmente passeggiate di poche ore o al massimo di una giornata che permettono di godere dell’osservazione di specie botaniche, farfalle, uccelli, aspetti geologici, ma anche la vista di fenomeni naturali, attività secolari svolte dall’uomo a contatto con la natura, architetture rupestri, luoghi sacri.

Particolarmente suggestive sono: il sentiero degli dei, che da Agerola conduce a Positano, Punta Campanella, che da Termini di Massa Lubrense conduce al faro omonimo, Valle delle Ferriere (Amalfi) interessante sia dal punto di vista del paesaggio naturalistico che da quello storico, Grotta dello Scalandrone (Giffoni Valle Piana) indicata questa per l’estate quando le temperature sono alte perché in questo luogo si ha la sensazione di essere in primavera mentre all’interno della grotta la temperature è prossima allo zero, Parco del Pollino (Basilicata/Calabria), qui è possibile ammirare il Pino loricato oltre a rinfrescarsi lungo i numerosi fiumiciattoli che lo solcano; l’Acellica Nord, escursione questa per persone esperte; il Monte Cervialto (Bagnoli Irpino), che con i suoi 1890 mt è la vetta più alta della catena dei Picentini; Monte Gelbison, bellissimo è il sentiero a gradini che porta in vetta, da non perdere la festa che si tiene nel mese di giugno; la Grotta dell’Angelo (Olevano sul Tusciano), consigliamo di visitarla per ammirare le caratteristiche chiesette presenti all’interno della grotta; le Gola del Calore, un canyon all’italiana generato appunto dal fiume calore. 

Visita le gallerie fotografiche per vedere le foto scattate dalle persone che hanno partecipato alle escursioni.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di LegambienteIrno.it per essere sempre aggiornato sulle nostre attivitą.

Social